flaminia_breganze

Il campionato inizia con una sconfitta, ma adesso si lavora per migliorare!

Inizia con una sconfitta in trasferta l’avventura in A della neopromossa Flaminia Fano di calcio a cinque femminile, regolata per 5-1 in terra veneta dal Breganze. Eppure è stata proprio la formazione di Alessandra Imbriani a rompere il ghiaccio al 10′ del primo tempo, interrompendo con un’avvolgente azione corale conclusa magistralmente da Marina Bonito la lunga fase di studio. Le padrone di casa hanno però completato la propria rimonta già prima dell’intervallo, pareggiando con la spagnola Ana Soldevilla Delgado e passando in vantaggio con la fortunosa marcatura della sua connazionale Rebeca Hermida Montoro. Sugli sviluppi di una splendida parata di Susi Faccani, Martina Mencaccini nel tentativo di spazzare l’area ha infatti centrato la schiena del pivot iberico e la sfera è terminata beffardamente in fondo al sacco. Le vicentine hanno poi trovato la terza rete subito in avvio di ripresa ad opera della brasiliana Joseane Pinto Dias, che ha quindi calato il poker per la sua squadra dopo un paio di nitide palle-gol non concretizzate dalle fanesi. Ad arrotondare il punteggio ci ha pensato la fermana di origini marocchine Sara Boutimah, una già nel giro della nazionale azzurra. Per la Flaminia Fano un atterraggio insomma tutt’altro che morbido nella massima serie, ma l’avversario era effettivamente forte. Ora l’attenzione è rivolta al debutto casalingo, in programma domenica 14 ottobre dalle 17 sul parquet nuovo di zecca del Circolo Tennis della Trave contro l’Italcave Real Statte. Le tarantine hanno avuto una partenza col botto, battendo per 6-2 la Futsal Florentia.

IL COMMENTO DI IMBRIANI

“E’ stato importante entrare nel vivo del campionato – commenta l’allenatrice Alessandra Imbriani – dopo una preparazione lunga e difficoltosa per quanto riguarda il numero delle ragazze. Siamo partite con un organico ancora non al completo e questo ha condizionato un pò la gara soprattutto nel secondo tempo, quando c’è stato un calo fisico che, comunque, era prevedibile. L’approccio alla gara è stato ottimo, abbiamo fatto un primo tempo molto buono, andando anche in vantaggio.
Le ragazze – continua Imbriani – sono state molto attente nella fase difensiva e hanno lavorato con le giuste distanze e con grande affiatamento.
Due errori nostri, nel primo tempo, hanno portato poi ai due gol del Breganze, facendolo finire 2 a 1.
Nel secondo tempo c’è stato un calo fisico e, comunque, si è evidenziata una differenza a livello tecnico tra le giocatrici del Flaminia e quelle del Breganze però devo dire che, in linea generale, sono molto soddisfatta perché le ragazze, in questo momento, hanno fatto tutto quello che era nelle loro possibilità.
Ovviamente bisognerà lavorare sugli errori per poter poi crescere e migliorare sempre di più. Ci poteva stare una sconfitta, poteva anche esserci un passivo peggiore quindi era tutto previsto, comunque è andata, secondo le nostre aspettative, a tratti anche meglio, avendo poi una forma fisica ancora non ottimale.
Abbiamo iniziato, ci siamo buttate in questo campionato di elevata importanza da ogni profilo, sia tecnico che tattico, il ghiaccio è stato rotto e adesso lavoriamo, allenamento dopo allenamento, per ottenere miglioramenti sul campo.
E a livello mentale stiamo benino: ieri sera le ragazze hanno metabolizzato nel modo giusto la sconfitta, sicuramente le ritroverò in campo pronte e vogliose di lavorare per migliorare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *